Autore: massimonovi

Nato a Pisa il 22 maggio 1978. Avvocato, Presidente dell'associazione Il Giardino degli Elefanti di Perignano (Pisa). Raccoglitore di storie.

Vietato pubblicare foto di minori su facebook

La Cassazione ha ritenuto che Facebook vada considerato luogo aperto al pubblico, trattandosi di luogo “virtuale” aperto all’accesso di chiunque utilizzi la rete (Cass. sent. n. 37596/2017).

Proprio in base a tali considerazioni, il Tribunale di Mantova ha ritenuto che la mera pubblicazione delle foto dei bambini sui social network sia di per sé stesso un atto pregiudizievole per gli stessi.

Sorgente: Facebook: rischia una multa il genitore che non rimuove foto e post sui figli

Annunci

Anche il disoccupato deve pagare il mantenimento dei figli?

Il Tribunale di Milano, fonte inesauribile di giurisprudenza in tema di diritto di famiglia, si è pronunciato su una questione molto spinosa, ovverosia il mantenimento dei figli nel caso in cui uno dei genitori sia disoccupato (decreto 15 aprile 2015).

Sorgente: Il genitore deve versare il mantenimento dei figli anche se disoccupato – Avvocati Matrimonialisti

Illegittima l’esclusione dei docenti di ruolo dai concorsi

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la disposizione dell’articolo 1, comma 110, della legge di riforma della scuola 13 luglio 2015, n. 107 (c.d. “buona scuola”) e – in via consequenziale – dell’articolo 17, terzo comma, del successivo d.lgs. 13 aprile 2017, n. 59, là dove escludono dalla partecipazione ai concorsi pubblici per il reclutamento del personale docente gli insegnanti già assunti con contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali.

Ingiurie durante la separazione

Pronuncia interessante, soprattutto per gli spettatori… meno per il legale coinvolto:

In tema di reati contro l’onore, risponde del reato di ingiurie di cui all’art. 594 c.p., ora depenalizzato, la parte che, nel corso di un’udienza di separazione, reagisca violentemente all’indirizzo dell’avvocato che assiste l’ex coniuge, in particolare colpendolo con il tacco di una scarpa al viso ed offendendone l’onore, il decoro e la reputazione, profferendo espressioni offensive, mostrando il dito medio e sputandogli addosso.

Cass. pen. Sez. V, 28-11-2016, n. 8477

Il padre risarcisce quasi 300mila euro per la figlia abbandonata

Violare i doveri genitoriali può costare caro, facendo scattare non solo le sanzioni tipiche del diritto di famiglia, ma anche il risarcimento de danni non patrimoniali ex art. 2059 c.c. laddove la violazione incida su diritti costituzionalmente tutelati: sarà pertanto tenuto a pagare quasi 300mila euro (somma così calcolata e poi ridotta) il padre che ha abbandonato la figlia negandole cura, istruzione e mantenimento.

Sorgente: Il padre risarcisce quasi 300mila euro per la figlia abbandonata

Diritto alla Naspi anche per il licenziamento disciplinare per giusta causa e giustificato motivo

Naspi 2017: l’indennità di disoccupazione spetta anche al dipendente vittima di un licenziamento disciplinare per giusta causa e giustificato motivo. I chiarimenti del Ministero del Lavoro…

Sorgente: Diritto alla Naspi anche per il licenziamento disciplinare per giusta causa e giustificato motivo

Scuola responsabile anche se l’infortunio allo studente avviene fuori dall’edificio

Il controllo e la vigilanza da parte dell’amministrazione scolastica non si deve interrompere fino a quando «gli alunni dell’istituto non venivano presi in consegna da altri soggetti e dunque sottoposti ad altra vigilanza, nella specie quella del personale addetto al trasporto».

Sorgente: Scuola responsabile anche se l’infortunio allo studente avviene fuori dall’edificio

Privacy e vaccini: le scuole toscane potranno inviare gli elenchi degli iscritti alle ASL

Il Garante

ammette la trasmissione degli elenchi dei minori iscritti da parte degli istituti scolastici e dei servizi educativi alle aziende sanitarie locali competenti per territorio, così come comunicato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana

Sorgente: Privacy e vaccini: le scuole potranno inviare gli elenchi degli iscritti… – Garante Privacy

Condominio: l’amministratore non ha l’obbligo di depositare i documenti contabili

La Corte di Cassazione ha chiarito che, in tema di approvazione di rendiconto e preventivo, l’amministratore non deve depositare tutti i documenti ma limitarsi a metterli a disposizione dei condomini che ne facciano richiesta.

Sorgente: Condominio: l’amministratore non ha l’obbligo di depositare i documenti contabili