unioni civili

Agli avvocati i nuovi contratti di convivenza

Ai conviventi basterà recarsi da un avvocato (e non per forza da un notaio) per regolare i propri rapporti patrimoniali con apposito contratto.
Questa la previsione contenuta nel ddl Cirinnà in corso di approvazione alla Camera.

Fonte: Unioni civili: agli avvocati i nuovi contratti di convivenza
http://www.studiocataldi.it/articoli/21208-unioni-civili-agli-avvocati-i-nuovi-contratti-di-convivenza.asp

Annunci

Cirinnà e l’obbligo di fedeltà

Il testo originale del ddl Cirinnà all’articolo 3 diceva che «Con la costituzione dell’unione civile tra persone dello stesso sesso le parti acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri; dall’unione civile deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione. Entrambe le parti sono tenute, ciascuna in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale e casalingo, a contribuire ai bisogni comuni».
Nel nuovo maxi-emendamento è stato eliminato questo dovere previsto invece nel matrimonio.

http://www.ilpost.it/2016/02/24/che-cose-lobbligo-di-fedelta/