minori

Bimbi in auto: ecco le nuove regole

Dall’estate entra in vigore la seconda fase della normativa I-size (ECE-R-129) rispetto ai seggiolini per i bambini più grandi (sopra i 100 cm, ossia circa 4 anni): anche in questo caso i nuovi sistemi di ritenuta devono essere dotati di schienale.

La novità più importante è che non potranno più essere venduti seggiolini senza schienale. Chi già ne possiede uno sprovvisto, precedentemente omologato, può continuare ad utilizzarlo sapendo però che ne va della sicurezza del bambino.

Sorgente: Bimbi in auto: ecco le nuove regole

Annunci

Danni causati da minori o soggetti affidati a cure altrui

La legge prevede che il soggetto minore di età non possa essere chiamato in prima persona a risarcire i danni che procura a terzi.
Infatti, dei danni causati dai minori rispondono in primo luogo i genitori, padre e madre, in solido: ciò significa che il danneggiato può richiedere indifferentemente il pagamento dell’intera somma all’uno piuttosto che all’altro.

Sorgente: Danni causati da minori o soggetti affidati a cure altrui

Regolamentazione dell’affidamento dei figli degli ex conviventi

I partner conviventi, poiché non sono sposati non hanno bisogno di separarsi formalmente dinanzi ad un Giudice; pertanto, allo scioglimento del loro legame “di fatto” dovranno regolare privatamente i rapporti personali e patrimoniali.

Tuttavia, i genitori non sposati che vogliano formalizzare l’accordo sull’affidamento dei figli dopo la cessazione della convivenza, possono presentare un apposito ricorso al Tribunale.

Per approfondire: http://www.laleggepertutti.it/91070_separazione-coppie-di-fatto-conviventi-e-affidamento-dei-figli

Il genitore assente paga i danni morali al figlio

L’assenza di un genitore (un padre, nel caso di specie) dalla vita del figlio, soprattutto se nella più tenera età, “determina un’immancabile ferita” che potrebbe causare problematiche durante la crescita e che in ogni caso danneggia i diritti che sono riconosciuti al figlio “nella carta costituzionale e nelle norme di natura internazionale”.
Il padre o la madre che non hanno rapporti con il loro figlio rispondono quindi di abbandono del minore e sono tenuti a un risarcimento che, stante “l’obiettiva impossibilità o particolare difficoltà di fornire la prova del quantum debeatur“,  va liquidato dal giudice con valutazione equitativa.

Sorgente: Il genitore assente paga i danni morali al figlio :: Diritto & Diritti

Sostanze stupefacenti e minori

«L’aggravante della consegna delle sostanze stupefacenti a persona di età minore, prevista dall’art. 80, comma primo, n. 1 d.P.R. n. 309 del 1990, è configurabile anche nel caso di semplice dazione al minorenne, indipendentemente dalla diversa destinazione che lo stupefacente possa eventualmente avere, in quanto la ragione dell’aggravante risiede proprio nel fatto che un minore entri in possesso dello stupefacente e possa dunque assumerne. (Fattispecie nella quale lo stupefacente veniva consegnato ai figli minori dell’assuntore che provvedevano al pagamento ed al ritiro della sostanza su disposizione di quest’ultimo)».

Sorgente: Sostanze stupefacenti e minori, la Cassazione fa il punto – Responsabile Civile