immigrazione

Rinnovo carta di soggiorno al coniuge non convivente

Anche qualora cessasse di fatto della convivenza, dopo alcuni anni di matrimonio attestati da precedenti titoli di soggiorno per motivi familiari rilasciati al coniuge extraUe, ciò non costituirebbe circostanza idonea a far venire meno le condizioni per il rinnovo dello stesso titolo di soggiorno, in quanto il vincolo coniugale non può essere considerato fittizio.

Sorgente: Sposati, ma non conviventi. È un problema per la carta di soggiorno? – Il portale dell’immigrazione e degli immigrati in Italia – Stranieri in Italia

Precedenti penali. Come cancellarli?

L’art. 4 del testo unico sull’immigrazione prevede che chi è stato condannato per reati previsti dall’art. 380 del codice di procedura penale, come ad esempio furto aggravato oppure vendita di oggetti contraffatti, non può rinnovare il suo permesso di soggiorno, anche se ha reddito e un contratto di lavoro.

Sorgente: Precedenti penali. Come cancellarli? – Il portale dell’immigrazione e degli immigrati in Italia – Stranieri in Italia

Le misure sulla ricollocazione dei richiedenti asilo

Un interessante articolo (in corso di pubblicazione) del prof. Marcello De Filippo con considerazioni critiche sulle misure adottate dall’Unione Europea nel corso del 2015.

Sommario: Premessa – 1. La delimitazione dell’ambito di applicazione delle recenti decisioni e le potenziali ripercussioni sul conseguimento degli obiettivi perseguiti dal piano di ricollocazione – 2. La scarna disciplina della procedura per la realizzazione del trasferimento e la rilevanza del preambolo delle decisioni e del regolamento Dublino III – 3. L’obbligatorietà del piano di relocation per (tutti) gli Stati membri e le difficoltà emergenti dalla prima prassi applicativa – 4. Spunti per agevolare l’attuazione del piano di ricollocazione – 5. La riforma del regolamento Dublino III finalizzata ad inserire un meccanismo permanente di ricollocazione in situazioni di crisi: valutazioni
de iure condendo – Considerazioni conclusive

Sorgente: (13) Le misure sulla ricollocazione dei richiedenti asilo adottate dall’Unione europea nel 2015: considerazioni critiche e prospettive | MARCELLO DI FILIPPO – Academia.edu

La depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina?

La depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina “non sarà nel prossimo Cdm”: dopo giorni di polemiche, è il premier Matteo Renzi a mettere fine alla querelle. Per il momento, dunque, tutto resta com’è, nonostante le proteste dei magistrati che anche ieri, per bocca dell’Anm, avevano definito il reato “dannoso e inutile”.

Sorgente: Matteo Renzi: “La depenalizzazione del reato di immigrazione clandestina “non sarà nel prossimo Cdm”

Italiani se nati in Italia

Acquista la cittadinanza per nascita chi è nato nel territorio della Repubblica da genitori stranieri, di cui almeno uno sia in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo. L’aula della camera ha approvato ieri con 310 voti a favore, 66 contrari e 83 astenuti il ddl cittadinanza. Al momento dell’approvazione ci sono stati applausi provenienti dai banchi del Pd e della maggioranza. La nuova legge passa ora all’esame del senato. Queste le principali novità.

http://www.oua.it/NotizieOUA/scheda_rassegna.asp?ID=15419